Vanna Berlincioni

VANNA BERLINCIONI

La Prof. Vanna Berlincioni, medico, specialista in psichiatria, Dottore di ricerca in Psichiatria e Scienze relazionali, ha svolto la sua formazione antropologica presso l’Università Milano Bicocca.

È ricercatrice presso l’Unità di Psichiatria del Dipartimento di Scienze del Sistema Nervoso e del Comportamento dell’Università degli Studi di Pavia, dove svolge anche la sua attività psichiatrica, occupandosi prevalentemente di etnopsichiatria, di psicotraumatologia e del trattamento psicoterapico individuale e di gruppo in ambito istituzionale di pazienti affetti da Disturbi del Comportamento Alimentare, per i quali gestisce anche i Laboratori di Arteterapia.

I suoi interessi di ricerca sono rivolti al rapporto tra psichiatria, psicoanalisi e antropologia culturale e alla tematica migratoria con particolare riferimento alla gestione della maternità e della genitorialità in ambito migratorio.

La sua attività didattica si svolge presso varie scuole di Specializzazione e corsi di laurea dell’Ateneo pavese; è docente al Master in Immigrazione, genere, modelli familiari, strategie di integrazione della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Pavia. Insegna etnopsichiatria presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e la Fondazione Cecchini Pace per la Salute Transculturale di Milano.

È Membro Ordinario della Società Psicoanalitica Italiana, della International Psychoanalytical Association e della Società Italiana di Psicoterapia Medica di cui è stata Presidente dal 2016 al 2018.

È stata membro della redazione de gli argonauti e dei Quaderni degli argonauti fino al 2016. Attualmente è membro della redazione della rivista Psiche e della rivista on-line Polaris, Psicoanalisi e mondo contemporaneo.

È autrice di numerose pubblicazioni su riviste specialistiche italiane e straniere.

Ha curato alcuni numeri monografici dei Quaderni de gli argonauti tra i quali Etnopsichiatria, etnopsicoanalisi (2002), Disturbi del comportamento alimentare: realtà clinica complessa della postmodernità (2005), Il trauma (2008), Il Negativo (2009), Il rapporto tra web e psiche (2012), Senilità (2015).